Scherma, Olimpiadi Tokyo 2020: Curatoli punta la medaglia nella sciabola maschile, la catanese Rossella Fiamingo cerca l’impresa nella spada femminile

ROMA – A Tokyo 2020 la scherma è pronta per scendere in pedana. Una disciplina che ha sempre riservato gioie all’Italia e che, anche in questa edizione delle Olimpiadi, vede gli azzurri protagonisti. Le prime gare in programma sono la sciabola maschile e la spada femminile,  specialità nelle quali l’Italia può puntare a salire sul podio. Nel campo maschile cerca la medaglia Luca Curatoli con i betting analyst di 888sport.it che offrono la vittoria del numero 3 del ranking mondiale a quota 14. I suoi rivali principali sono il favorito d’obbligo, il coreano Oh Sanguk,il cui successo vale 2,30, mentre l’oro dell’ungherese Aron Szilagyi vale 7,50 la posta contro il 12 dello statunitense Eli Dershwitz. Non ci sarà solo Curatoli a rappresentare l’Italia nella gara, ma le speranze degli altri azzurri di andare a medaglia sembrano essere meno probabili. Un successo di Luigi Samele si trova in quota a 24, leggermente più indietro Enrico Berrè in quota a 29.

Nella spada femminile, da sempre la gara più imprevedibile del programma, l’Italia punta forte su Mara Navarria. Secondo gli analisti di 888sport.it, l’azzurra è nel lotto delle pretendenti alla medaglia tanto che l’oro vale 14 volte la posta. Favorita, però, è Ana Maria Popescu in quota a 3,25 davanti alla cinese Sun Yiwen a 7 e alla brasiliana Nathalie Moellhausen in quota a 8. Possibili sorprese, invece, le altre due italiane con la vincitrice della medaglia argento di Rio 2016, Rossella Fiamingo in quota 41, al pari della giovane Federica Isola.

Please follow and like us: