Home » Posts tagged with » stragi
Un processo per diffamazione e i misteri sulla strage di via D’Amelio

Un processo per diffamazione e i misteri sulla strage di via D’Amelio

“Troppi misteri – afferma Giuseppe Ciminnisi, coordinatore nazionale dei Familiari di vittime innocenti di mafia, dell’associazione “I Cittadini contro le mafie e la corruzione” – dalla presunta “Trattativa Stato-mafia” al dossier “mafia-appalti”, dal depistaggio di Scarantino al coinvolgimento di pezzi delle istituzioni, ai processi con i tanti “non ricordo” e chi, come il boss Giuseppe […]

L’incredibile Vincenzo Calcara – Dove non poté la magistratura riuscì un sorcio

Non è una barzelletta e c’è ben poco da ridere, visto che Calcara per tanti anni è stato uno dei collaboratori di giustizia di punta di alcune procure. Non c’era argomento del quale l’ex “pentito” non rivelasse agli inquirenti i più scabrosi segreti.  Dalla misteriosa morte di Papa Giovanni Paolo I, all’attentato a Papa Giovanni […]

Continue reading …
Ciminnisi: Dopo il caso Scarantino sia fatta chiarezza sull’attendibilità dei pentiti

“Il depistaggio operato dal falso pentito Scarantino in merito alla strage di via D’Amelio, impone che si faccia chiarezza sulle dichiarazioni di quei collaboratori di giustizia che sono stati oggetto di controverse dichiarazioni in merito alla loro attendibilità. Apprendo del Decreto penale di condanna per diffamazione a mezzo stampa emesso a carico dell’editore Gian Joseph […]

Continue reading …
Condannato con Decreto per diffamazione si oppone e chiede audizioni di pentiti e Magistrati

Agrigento –  A darne notizia il quotidiano online Corriereagrigentino.it che ha così sintetizzato la vicenda di una querela presentata dall’ex pentito Vincenzo Calcara nei confronti di Gian Joseph Morici, editore del giornale “La Valle dei Templi”: “Gli era stata inflitta la pena di 750 euro di multa, dal Gip del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto, che aveva […]

Continue reading …
Chi ha visto Vincenzo Calcara?

L’irreperibilità, quasi fosse un virus, sembra colpire il mondo dei collaboratori di giustizia. Il primo caso, quello più rilevante, riguarda l’ex capodecina di San Cataldo, Leonardo Messina, il quale dopo aver pagato il suo conto con la giustizia avrebbe dovuto testimoniare a Caltanissetta al processo al superlatitante Matteo Messina Denaro, accusato per le stragi di […]

Continue reading …
L’arte del pentitismo

Sono trascorsi trentacinque anni da quando Tommaso Buscetta inaugurò la stagione del pentitismo dei grandi mafiosi. Una collaborazione che in quel lontano luglio del 1984 si rivelò fondamentale per conoscere dall’interno il fenomeno mafioso, la struttura di “Cosa Nostra”, i suoi legami, le sue regole. Era l’epoca di Giovanni Falcone, del Maxiprocesso di Palermo, della […]

Continue reading …
Matteo Messina Denaro è in grado di ricattare lo Stato

È di qualche giorno fa l’affermazione di Nino Di Matteo secondo la quale Matteo Messina Denaro è a conoscenza di segreti legati alle stragi, un uomo che conosce quei segreti e che è in grado di ricattare parte dello Stato. Di per sé le dichiarazioni di Di Matteo non aggiungono nulla a quanto ipotizzato anche […]

Continue reading …
Caccia a Matteo Messina Denaro – Quei fili che scottano

Se c’è una differenza della quale ci si accorge subito nella storia delle latitanza di Totò Riina e Bernardo Provenzano, con quella di Matteo Messina Denaro, è il livello qualitativo di chi ha coperto e continua a coprire “u siccu”. Non che Riina e Provenzano non godessero di coperture “altolocate” anche all’interno delle istituzioni, ma […]

Continue reading …

    1991 – A Castelvetrano si riunisce il gota di “cosa nostra”. Obiettivo, organizzare le stragi dell’anno successivo, nel corso delle quali avrebbero perso la vita Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e le rispettive scorte. A partecipare ai summit, Matteo Messina Denaro, oggi latitante e imputato nel processo  in corso a Caltanissetta. Indagini, processi pentiti e […]

Continue reading …
Altri depistaggi dietro Via D’Amelio? Ciminnisi: Chiediamo se non sia il caso di avviare nuove indagini

“Apprendiamo dalla stampa dell’udienza tenutasi giovedì scorso a Catania per la revisione del processo che portò l’ex sindaco di Castelvetrano, Antonio Vaccarino, ad essere condannato per traffico di droga, a seguito delle accuse formulate a suo carico dall’ex pentito Vincenzo Calcara – scrive Giuseppe Ciminnisi, Coordinatore Nazionale Familiari Vittime Innocenti di mafia dell’Associazione “I Cittadini contro […]

Continue reading …
Page 1 of 6123Next ›Last »