Home » Posts tagged with » enel
Ucraina – La visione moscovita di Giulietto Chiesa

Ucraina – La visione moscovita di Giulietto Chiesa

Leggo l’odierno post del giornalista Giulietto Chiesa che mi permetto di riportare e dal quale dissento per le motivazioni che espongo di seguito.   Nuvole di piombo sull’Europa di Giulietto Chiesa   La crisi ucraina sta assumendo un carattere strategico, cioè mondiale. Potrei dire: come avevo previsto, lanciando l’allarme già due settimane fa, ben prima […]

Cosa ne sarà dell’Ucraina?

È la più pericolosa partita dai tempi della Guerra Fredda quella che Russia e Occidente stanno giocando in Ucraina. Putin ha dato il via all’operazione militare d’invasione della Crimea per garantire e difendere i diritti dei cittadini di lingua russa. Solo per questo? E solo in Crimea, o l’intervento si estenderà anche nelle altre regioni […]

Continue reading …
Stop al rigassificatore della Valle dei Templi? – di Antonella Sferrazza

Fonte: LinkSicilia Abbiamo appreso nei giorni scorsi che Erg e Shell hanno definitivamente abbandonato il progetto di costruire un rigassificatore a Melilli, in provincia di Siracusa. In un’area, è bene ricordarlo, già devastata dall’industria chimica e altamente sismica. Ma perché hanno mollato l’osso? Per la forte mobilitazione del territorio, che giustamente, non vedeva di buon […]

Continue reading …
Rigassificatore di Porto Empedocle, Difensore Civico Europeo apre indagine

Agrigento – Il Difensore Civico Europeo (Mediatore Europeo), Nikiforos Diamandouros (nella foto), ha comunicato di avere aperto un’indagine sul rigassificatore di Porto Empedocle, a ridosso della Valle dei Templi di Agrigento, patrimonio Unesco. L’indagine scaturisce dalle diverse denunce fatte al Difensore Civico e alla Commissione Europea dalle associazioni agrigentine che hanno contrastato e contrastano l’indecoroso […]

Continue reading …
Rigassificatore – I Signori del ‘SI’

Le Segreterie Provinciali dei sindacati, confermano il loro “ SI “ alla costruzione dell’impianto di rigassificazione, sottolineando che la strategia del “ NO “ del Comune di Agrigento non pare essere quella di impedire l’insediamento dell’impianto, piuttosto quello di ottenere la compartecipazione alle misure di compensazione che Porto Empedocle ha contrattato ed in parte già […]

Continue reading …
Presidente, il piatto piange (e la parcella pure)

Non si tratta del divertente film di Paolo Nuzzi, che raccontava gli ozi, i contrasti, la quotidianità di un gruppo di amici durante il ventennio fascista che trascorrono i giorni (e spesso le notti) in interminabili partite a carte, con sullo sfondo della vicenda la Luino degli anni 30 tra scherzi, amori, fascisti, prostitute e […]

Continue reading …
SICILIA- LIBIA, UN’ILLUSIONE MEDITERRANEA

di Agostino Spataro I libici in Sicilia C’era un tempo, non molto remoto, nel quale Sicilia e Libia si guardavano con grande simpatia reciproca. L’Isola, la più grande del Mediterraneo, definita da Occhetto “l’unico Stato arabo che non aveva dichiarato guerra a Israele”, ha sempre attratto i leader nordafricani e arabi in genere per il […]

Continue reading …
Rivolta libica – Partita dal popolo, è ormai la partita a scacchi delle potenze occidentali

Che le rivolte nascano nei paesi che versano in condizioni economiche disperate, rientra nella normalità. Meno normale, e dunque meno comprensibile ci appare, quando le rivolte riguardano nazioni apparentemente ricche. È questo il caso della Libia, fino agli anni cinquanta considerata uno dei paesi più poveri del mondo, soprattutto a causa dell’improduttività del territorio, che […]

Continue reading …
Un Rais tira l’altro

Rais come ciliegie e l’uno potrebbe tirarsi dietro l’altro. Il connubio Berlusconi/Gheddafi, dopo il regalo da parte del primo, con i soldi dei cittadini italiani, (5 miliardi di euro da fornire al Paese africano in 20 anni in cambio di un maggior controllo sui clandestini da parte del Colonnello), l’idillio tra i due, sembrava non […]

Continue reading …
Putin, Thaci, Djukanovic e Silvio Berlusconi. Una bella famiglia

Gli scandali, le noie giudiziarie e l’incapacità politica di Berlusconi, non ne fanno certo un premier che meriti il benchè minimo rispetto da parte dei leader delle altre nazioni. Eppure, nonostante come emerso dai cable diffusi da Wikileaks gli ambasciatori Spogli e Thorne ritengano l’Italia un paese in declino proprio grazie al suo premier, gli […]

Continue reading …
Page 1 of 41234