Home » Posts tagged with » cosa nostra
Si autoaccusa di quattro omicidi ma non può essere processato

Si autoaccusa di quattro omicidi ma non può essere processato

Si tratta del pentito agrigentino Daniele Sciabica, che si era autoaccusato di quattro omicidi e un agguato fallito con tre feriti ma non può essere processato. La decisione di “non luogo a procedere per mancanza delle condizioni di procedibilità” è stata assunta dal gup di Palermo, Guglielmo Ferdinando Nicastro,  il quale ha accolto l’eccezione formulata […]

ECCO IL “TERZO LIVELLO”: ANTIMAFIA: LA SCOPERTA DELL’ACQUA CALDA

     Si direbbe che qualcosa comincia a muoversi nelle menti intorpidite dei sapienti dell’Antimafia, ridotti allo stremo da una pervicace, lunghissima contemplazione dei dogmi e delle icone di quella che Vitiello, con intuizione insuperabile, definisce “mafia devozionale”. Persino Rosy Bindi pare che abbia avuto la folgorazione del dubbio che “una certa” antimafia copra e […]

Continue reading …
Crocetta: Anche io sono testimone di giustizia – Dura nota di Giuseppe Ciminnisi

Ricevo e, con piacere, pubblico la nota a firma di Giuseppe Ciminnisi. L’incontro di ieri tra il presidente Crocetta e una delegazione di testimoni di giustizia ha suscitato forti reazioni negative (non nei riguardi dei testimoni di giustizia) tra i familiari di vittime innocenti di mafia che dal 2012 accusano il presidente della Sicilia di ignorare […]

Continue reading …
Speciale – “Dalla parte sbagliata” : Viaggio nel tempo con Rosalba Di Gregorio

Palermo. La Conca d’Oro, la strada, il sole di luglio. Il periodo è quasi lo stesso. Ho da poco superato il bivio di Capaci. Un altro ricordo, un’altra strage. L’avvocato Rosalba Di Gregorio mi accoglie nel suo studio. Un bicchiere di acqua fresca, un caffè, una sigaretta e il nostro viaggio a ritroso nel tempo […]

Continue reading …
Presentazione “Dalla parte sbagliata – La morte di Paolo Borsellino e i depistaggi di via D’Amelio”

Un boato, sei morti, tanti misteri. Il 19 luglio del 1992 un’autobomba esplodeva in via D’Amelio uccidendo Paolo Borsellino e i cinque agenti di scorta. A ventidue anni di distanza, nonostante le inchieste, i processi, le condanne e le successive assoluzioni, oggi ne sappiamo tanto quanto prima, tranne che per il fatto di aver preso […]

Continue reading …
Una legge per ogni morto – Mors tua vita mea

Che l’antica locuzione latina “divide et impera” (dividi e domina) sia l’abbecedario dei politicanti (parlare di politici in Italia ci sembra non sia più il caso), transeat, ma che a dividersi per lasciarsi dominare siano quanti accomunati da una stessa sorte ricorda la definizione che Jean Baudrillard dà del suicidio: “Il solo crimine perfetto è […]

Continue reading …
Bruno Contrada – La Corte di Strasburgo condanna l’Italia

Bruno Contrada fu sottoposto a trattamenti inumani e degradanti. Questa la conclusione alla quale è giunta la Corte dei diritti dell’uomo di Strasburgo, che ha accolto le richieste avanzate da Contrada condannando per violazione dell’articolo 3 della Convenzione europea, lo Stato italiano. Bruno Contrada, ex funzionario del Sisde, il 5 aprile 1996, era stato condannato, […]

Continue reading …
Riina parla. Cosa dice?

Da un po’ di tempo Totò Riina,al centro delle più fosche vicende italiane da decenni, sembra avere abbandonato il mutismo che lo aveva sempre contraddistinto. Anzi, peggio. Sembra essere diventato più loquace di una vecchia comare in perenne lite con la vicina di casa. Questa è l’impressione che chiunque avrebbe nel leggere quanto pubblicato dal […]

Continue reading …

“A volte il destino è come un banco che ti passa le carte da gioco. Ad esempio a Michele Ciminnisi la vita aveva servito una moglie e tre figli maschi. Un impiego come autista di scuola bus al comune di San Giovanni Gemini in provincia di Agrigento. Michele Ciminnisi le sue carte se le giocava […]

Continue reading …
Cosa ci nasconde Totò Riina?

Sembra diventato un canarino. Venti lunghi anni di assoluto silenzio interrotti improvvisamente da una loquacità che appare quantomeno assai sospetta. Totò Riina – “u curtu” o “la bestia”, come veniva indicato dagli uomini di “cosa nostra” – intercettato dopo un’udienza del processo sul patto stretto tra pezzi dello Stato e boss, si sfoga durante l’ora […]

Continue reading …
Page 1 of 10123Next ›Last »