Home » Archives by category » Rubriche » Riflessioni di un medico – di Salvatore Nocera
Dopo lo scandalo – di Salvatore Nocera Bracco

Dopo lo scandalo – di Salvatore Nocera Bracco

  Maria è na picciotta ca fa l’assistenti sociali, e na vota travagliava o manicomiu di Giurgenti quando ancora il manicomio di Agrigento esisteva e Domenico Modugno – bonarma – e l’allora giornalista dell’Espresso Gad Lerner l’avevano appena smirdiato. Ma di tutto questo i pazzi secondo me avvertirono ben poco – a parte l’opportunità di […]

Mafia cultura?

No Comment
Mafia cultura?

di Salvatore Nocera Bracco     6 gennaio 1980: Pier Santi Mattarella, giovane presidente della Regione Sicilia, viene assassinato a 44 anni. 31 gennaio 2015: Sergio Mattarella, fratello di Pier Santi, viene eletto Presidente della Repubblica Italiana.   Qualche giorno fa Lillo Cremona, sindaco di Naro, ha subito un atto intimidatorio da parte di ignoti: […]

Continue reading …
Le mie Afriche – di Salvatore Nocera Bracco

Chiarire, portare in superficie, può risultare vitale ad alcune persone che soffrono – dunque essere superficiali in alcune circostanze non è poi così negativo! – perché potrebbe significare permettere a un loro dolore anche enorme di avere voce, e imparare così ad affrontarlo, e a prendersene cura; o dare a un loro segreto anche gravissimo […]

Continue reading …

Teatro e società

No Comment
Teatro e società

  “Coraggio, osate!” (in La morte di Empedocle – Friedrich Hölderlin) 1. Scrivere per chi per cosa. Non è facile spiegare per chi scrivere, per cosa scrivere, le motivazioni interiori sono molto complesse e spesso non molto consapevoli. Per me, di sicuro, la scrittura è una sorta di impellenza, di necessità intrinseca, che talvolta sono […]

Continue reading …
Cronache di un soldato

La partenza 1. Be’, quando uno parte soldato c’è da aspettarsi di tutto. È come andare all’estero. Non è certo un’esperienza esaltante come quella fatta dal grande Totò a Cuneo. Io mi sono laureato in medicina e chirurgia il 05 novembre 1986. Ero un giovane medico disoccupato. Non avevo comunque nessuna preoccupazione. Ho sempre saputo […]

Continue reading …
Sai parlare l’handicappese? – di Salvatore Nocera

1. “Le definizioni, oltre che omologare, in qualche modo rassicurano, e rendono innocuo, tenendolo sotto controllo, ciò che definiscono: artista, pazzo, handicappato, omosessuale, drogato, rom, carcerato, extracomunitario, malato, negro, prostituta, vecchio rincoglionito …   tutto  perfettamente inquadrabile avendo come riferimento il concetto di normalità, che cambia a seconda delle epoche e le dominanze culturali: o dentro […]

Continue reading …
Collo o cervello? – di Salvatore Nocera

Il 17 giugno 2013 è il  ventiquattresimo anniversario della morte di mio padre. Ma è anche la data in cui  OGGI.it pubblica, a firma di Edoardo Rosati, una notizia che mi riguarda (lo so, appare strano!, ma per me si tratta quantomeno di una  sospetta coincidenza): il trapianto di testa presto si farà. Lo afferma […]

Continue reading …
From to Kenya – di Salvatore Nocera

     L’Africa mi ha sempre attratto. Prima o poi, l’ho sempre saputo, ci sarei andato. Magari da medico e formatore. La mia scuola di counseling mi propone di partecipare ad un progetto di formazione rivolto ad alcuni educatori di Nakuru che si occupano di bambini di strada che sniffano colla. Non poteva capitarmi occasione migliore. […]

Continue reading …
Il caffè del morto – di Salvatore Nocera

Riflessioni di un medico   (Un racconto personale)   “Viviamo in una società in cui la morte è un tabù. La si vede al cinema, alla televisione, sui giornali, ma è sempre qualcosa di astratto e lontano che riguarda gli altri. Non se ne parla, non ci si pensa, e quando tocca l’individuo da vicino […]

Continue reading …