Home » Archives by category » Estero (Page 63)
Proteste in Spagna – Le Forze armate si dividono

Madrid – Migliaia di manifestanti sono scesi in strada per protestare contro le nuove misure di austerità annunciate dal governo spagnolo. Un gesto spontaneo, nato attraverso social network come Twitter e Facebook. Una marcia pacifica che si è fermata davanti alla sede del primo ministro, Mariano Rajoy del Partito Popolare. Nonostante non siano mancate scene […]

Continue reading …
Egitto – Dieci morti, feriti e dispersi nel crollo di un palazzo

Crollo di un edificio di 11 piani nel quartiere residenziale di Mansheya ad Alessandria. L’edificio di nuova costruzione nel crollo ha coinvolto altre tre costruzioni vicine. Dieci le vittime già accertate e cinque i feriti, mentre non c’è ancora alcuna certezza sul numero dei dispersi.

Continue reading …
Anonymous – Operation PedoChat. In rete nomi e indirizzi dei pedofili

Nuova offensiva degli Anonymous contro i pedofili. La nuova campagna è stata annunciata con un video su YouTube, nel quale un presunto membro del gruppo, indossando la maschera di Guy Fawkes, ha invitato gli utenti a fare pressione su politici e media, affinchè la guerra alla pedofilia venga da tutti condivisa. Gli Anonymous renderanno comunque […]

Continue reading …
L’OpCleaner degli Anonymous di Tokyo

Come preannunciato nei giorni scorsi, sabato alcuni membri di Anonymous sono scesi in piazza per protestare contro la legge varata in Giappone, che prevede pene detentive fino a due anni, per chiunque scarichi file da siti internet che non rispettano il copyright. La manifestazione di protesta, che aveva anche lo scopo di far “pulizia” spiegando […]

Continue reading …
Anonymous manifesterà in piazza

Il 7 luglio, gli attivisti del gruppo hacker di Anonymous scenderanno in piazza per spiegare ai cittadini che gli Anonymous non sono un gruppo di delinquenti, bensì di cittadini del mondo che sono preoccupati che i governi e l’industria cancellino la libertà della rete. La manifestazione, che oltre a fare chiarezza sull’operato del gruppo si […]

Continue reading …
Cyber-Attacco in Giappone – Il mistero degli Anonymous

A seguito dell’inasprimento delle pene che prevede la detenzione fino a due anni anche per chi scarica illegalmente materiale protetto da copyright,  gli hacker di Anonymous questa settimana avrebbero attaccato un certo numero di siti governativi giapponesi, come il sito del Ministero delle Finanze e il sito della Corte Suprema. L’ “avrebbero” è d’obbligo, visto […]

Continue reading …
Montreal, potrebbe riprendere a settembre il processo contro uno dei sospettati dell’omicidio Montagna

Montreal (Canada) – Rinviata su richiesta della difesa, l’udienza per decidere sulla cauzione di Vittorio Mirarchi, 34 anni, uno dei cinque uomini arrestati nel mese di dicembre dopo l’omicidio di Salvatore Montagna, avvenuto il 24 novembre dello scorso anno. Mirachi, venne arrestato insieme a Raynald Desjardins, 58 anni, Felice Racaniello, 27, Jack Simpson, 70, e […]

Continue reading …
Ribelli e terroristi, formati dagli Stati Uniti via internet

Da quando i media statunitensi hanno diffuso la notizia che gli USA starebbero addestrando i gruppi ribelli impegnati ad  abbattere il governo di Bashar al-Assad in Siria,  le testimonianze di presunti terroristi o ribelli (secondo chi esprime un giudizio) sembrano crescere in maniera esponenziale. Ma non solo di testimonianze di ribelli si tratta. Dopo il caso di […]

Continue reading …
Congo – Gli affari d’oro nella guerra degli stupri. La denuncia di Anonymous

Mentre  in Congo gli stupri di ragazzine tra i 12 e i 16 anni continuano nell’indifferenza generale (leggi l’articolo tradotto da Erminia Scaglione per Informare per Resistere), a denunciare gli affari d’oro che alcune aziende continuano a fare nonostante avessero pubblicamente che avrebbe smesso di acquistare minerali provenienti dalle zone di guerra, è il collettivo […]

Continue reading …
Estonia – Là dove crescono i cervelli, ma diminuiscono le nascite

Mentre in Italia si assiste alla fuga dei cervelli che vede i giovani ricercatori costretti a fuggire all’estero, l’Estonia, un paese con soli 1,3 milioni di abitanti, mira a formare una generazione di imprenditori dell’alta tecnologia. Dopo il successo di Skype – creato in Estonia nel 2003 e ceduto a Microsoft per 8,5 miliardi dollari […]

Continue reading …