Torna una volta l’anno: il fantasma di Federico II al galoppo lungo la Torre di Enna

Al grande imperatore si attribuisce la costruzione di una famosa Torre ottogonale, alta 24 metri, che fu un osservatorio astronomico-geodetico costruito dai Siculi

di Beniamino Biondi

La torre ottogonale di Federico II di Svevia a Enna

…la forte valenza simbolica della Torre – nella forma di una rotazione di un quadrato su se stesso, come la rosa dei venti – richiama con la sua pianta ottagonale l’architettura del “castello ideale” con i significati cosmici di Resurrezione, dacché una sorta di “battistero laico” per l’uomo nuovo che resuscita e rigenera.

A sostegno di questa tesi, ben al di là di ogni evidenza, è proprio Federico II di Svevia; o, meglio, il suo fantasma. Pare, infatti, che i custodi e alcuni abitanti della zona abbiano confermato alcune singolari presenze, e alcuni anziani sostengono di avere udito lo spettro dell’Imperatore che lancia il suo cavallo al galoppo lungo il viale antistante alla Torre.

Tutto ciò accade una sola volta durante l’anno, in un giorno preciso, con il fantasma che…

Continua a leggere...

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*