L’ANIMA PUZZOLENTE DELLA CIMICE

Agrigento-venerdì 10 luglio 2020 ore 20.45, il Caffè Letterario

locandina“Luigi Pirandello” Caos diretto da Bernardo Barone ospiterà la presentazione del romanzo “In Sicilia fa caldo d’ inverno, ovvero l’anima puzzolente della cimice”, di Paola Dalla Valle e Andrea Moroni, un evento particolare che coniuga musica, letture, testimonianze, dibattito e immagini.

 

Il Romanzo “IN SICILIA FA CALDO D’INVERNO, ovvero l’anima puzzolente della cimice” narra di un viaggio in Sicilia avvenuto durante le vacanze del Natale 1991.

I tre personaggi Claudia, Rocco e Massimo, partono con un “furgoncamper” prestato da un amico per un giro nell’isola in bicicletta  poiché l’inverno in Sicilia è mite ma al di là di ogni previsione troveranno pioggia, neve e vento.

Per i tre personaggi non mancano problemi in particolare quelli  sentimentali e quelli legati all’ immaturità nonostante abbiano

un’ età anagrafica alquanto adulta.

La più equilibrata è Claudia che però, ad un certo punto, si renderà conto di non essere pronta a reggere i due. E pensare che la sua speranza era quella di veder nascere una storia tra lei e Rocco!

Il viaggio va avanti tra litigi e riappacificazioni, tra discussioni e incomprensioni, tra stanchezze e godimento di fronte alla natura e all’arte siciliana. Il tono semiserio, a volte tragicomico, lascia spesso spazio a descrizioni e a riflessioni, per cui diventa difficile definire la tipologia del romanzo.

La conclusione è a sorpresa e forse un po’ sospesa. I luoghi descritti sono quelli della Sicilia sud orientale: il ragusano, Siracusa, il Parco dell’Etna, Milazzo.

La presentazione del romanzo fa parte del progetto musicale-letterario “Un salottino rosso” che si propone di produrre piccoli momenti di incontro, condivisione, divertimento e attività su temi importanti o particolarmente sentiti ed emozionanti, coinvolgendo man mano musicisti, attori, artisti, fotografi, studiosi, appassionati di qualcosa o del mondo.

 

Una serata sui generis che racchiude canzoni appositamente composte ed eseguite da Andrea Moroni per illustrare parti del romanzo o realizzate negli anni in cui il romanzo è ambientato; letture di brani del romanzo eseguite da Paola Zocca o, a seconda della situazione da attrici professioniste o da ex studenti di Paola Dalla Valle; commenti e  descrizioni,  testimonianze, dibattito e immagini che illustrano il romanzo o che utilizzando dipinti di autori famosi o meno noti colorano e rendono più piacevole la presentazione ed offrono altre suggestioni.

 

L’ autrice Paola Dalla Valle, vicentina, se n’è andata nel febbraio 2019, dopo una lunga malattia. Ha insegnato per 28 anni Italiano e Storia in una scuola superiore della città e ha sempre fatto scrivere molto i ragazzi. A due anni dall’insorgere della malattia, costretta a casa, ha recuperato la sua vecchia passione scrivendo il romanzo breve “IL TRASLOCO, una complicata storia semplice” pubblicato con Eretica ed esistente in embrione da una trentina d’anni. Non ha mai voluto definirsi una scrittrice ma semplicemente un’autrice. Durante le tante presentazioni, il pubblico chiedeva regolarmente il seguito, Paola ha quindi ripreso in mano quella che era già una continuazione possibile, alla quale stava lavorando dall’agosto del 2016. Ricevuti i commenti del “proprio” gruppo di lettori, ha quindi proceduto alla stesura finale del nuovo romanzo “IN SICILIA FA CALDO D’INVERNO, ovvero L’ANIMA PUZZOLENTE DELLA CIMICE” finendolo poco prima dell’aggravarsi della malattia e della conseguente impossibilità a scrivere. Paola  ha partecipato al concorso Racconti nella Rete 2017 e ha vinto con il racconto “LA CLASSE” presente nell’antologia pubblicata dalla Casa Editrice Nottetempo. Non ha tuttavia mai avuto simpatia per i concorsi; quello del 2017 è stato il primo ed era nelle sue intenzioni anche l’ultimo. Per il resto, oltre a scrivere, leggeva moltissimo, dipingeva con discontinuità, amava viaggiare anche se da un po’ lo faceva solo grazie a Google maps, era un’ottima cuoca e una grande osservatrice delle persone. Il marito, anche lui insegnante e “musicante – prestigiatore” secondo la sua definizione, l’ha sempre seguita nelle presentazioni, con le sue canzoni ispirate ai  testi del romanzo. L’hanno affiancata e incoraggiata spesso il figlio fotografo che abita a Dublino e una bassotta di nome Luce. Paola ha sempre voluto molto bene ai suoi studenti, ormai ex, che le sono stati vicini nella malattia più di tanti sedicenti amici.

 

Andrea Moroni, spezzino, vive a Vicenza sui Colli Berici. Laureato in Ingegneria, docente di Tecnologia, negli ultimi anni ha insegnato agli adulti e ha promosso e condotto  progetti con detenuti, profughi, disabili, anziani. Si è occupato di Educazione Ambientale e di Didattica dell’Archeologia. Dal 2004 coordina gruppi che lavorano sull’Autobiografia e con loro ha prodotto 5 libri e un audiolibro. Viaggiatore, musicista, cantautore, ha prodotto negli ultimi dieci anni, con la sua band “Le Officine del Suono”, una serie di spettacoli che raccontano frammenti della nostra Storia. Canta da sempre, compone canzoni e poesie e recentemente ha collaborato con Paola Dalla Valle alla stesura del suo primo romanzo “IL TRASLOCO, una complicata storia semplice”, pubblicato da Eretica nel 2017. Ha dato il suo contributo alla stesura di “IN SICILIA FA CALDO D’INVERNO ovvero L’ANIMA PUZZOLENTE DELLA CIMICE” con quelle che lui chiama “incursioni”.

 

 

 

Maria Giuseppina Terrasi

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*