Lega Sicilia: Emendamenti al “Decreto Cura Italia” per sopprimere sugar e plastic tax

La Lega chiede di inserire nel Decreto Cura Italia la soppressione di sugar tax e plastic tax

Candiani: “Togliere questo balzello folle dalle spalle delle imprese già in crisi”

 

Candiani a fine dicembre in visita alla Sibeg

Candiani a fine dicembre in visita alla Sibeg

La Lega Salvini Premier ha presentato al “Decreto cura Italia” in questi giorni in discussione in Senato due emendamenti (34.0.2 e 34.0.3) che prevedono espressamente la soppressione di “Sugar tax” e “Plastic tax”.

Un modo questo, per venire incontro alle tante imprese, come la siciliana Sibeg, che – come denunciato anche nelle scorse ore dalla stessa azienda – rischiano di essere messe definitivamente in ginocchio, a causa dell’aggravarsi della crisi dovuta agli effetti economici del coronavirus.

Nei mesi scorsi, su incarico di Matteo Salvini, il segretario regionale della Lega Stefano Candiani si era recato proprio nello stabilimento Sibeg di Catania, per ascoltare dalla viva voce dei vertici aziendali le pesanti ripercussioni economiche che avranno Plastic e sugar Tax, volute dal Governo Conte bis, con danni irreparabili che le due tasse produrranno per l’intero comparto e per la Sicilia.

“La drammatica situazione dell’emergenza Covid19 – sottolinea il senatore Stefano Candiani – e la difficilissima crisi economica che trascina con sé, rende ancora più necessario togliere questo balzello folle dalle spalle di un settore trainante come quello della trasformazione delle materie plastiche e della produzione delle bibite zuccherate”.

“Ci aspettiamo ora – aggiunge il segretario regionale della Lega in Sicilia – che, nell’interesse dell’intero settore, tutti i produttori interessati e le rispettive associazioni di categoria, si spendano per sostenere l’approvazione dei due emendamenti 34.0.2 e 34.0.3 sottoscritti assieme a Salvini da tutto il gruppo dei senatori della Lega”.

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*