Baciata da Apollo

Settecento anni prima di Cristo, una Colonia di Rodioti (Lindos), mista  a  Cretesi, si  parti’ dalla natia Rodi e venne a stabilirsi sulle coste meridionali della Sicilia, dove fondo’ la citta’ di Gela (689 A.C ). Un secolo piu’ tardi,583 A.C., a causa di lotte politiche interne, un gruppo di Rodioti si stacco’ dalla colonia primigenia e ando’ alla ricerca di un luogo dove fondare una nuova Citta’.

Tempio dei Dioscuri

Tempio dei Dioscuri

Arrivati sulle rive del fiume Acragas,trovarono le migliori condizioni, per la vita di una comunita’, nell’altipiano roccioso della “Civita” che domina le pianure circostanti e un braccio di mare  dal vasto orizzonte. Il clima eternamente primaverile, le chiare e fresche acque sgorganti dalle innumerevoli sorgenti e la posizione, erano un invito a restare. E restarono infatti! Nacque cosi’ quella grande Citta’ alla quale i fondatori Aristoneo  e Pistillo,attribuirono il nome di Acragas che rispecchiava la natura ( la mia Citta’ oggi Agrigento) del sito Acra  che vuol dire altura e gas la terra.

Presto la Citta’ prospero’ tanto da divenire una delle piu’ grandi  della Magna Grecia(200 mila abitanti) piu’ bella di quella che lasciarono. La piu’ bella Citta’  dei mortali. Costruivano come se non dovessero morire mai e mangiavano come se dovessero morire l’indomani. Nella Valle dei Templi di Agrigento c’e’ il tempio dedicato alle Divinita’ Chtonie (molto venerate a Rodi) dove sullo  spigolo si puo’ ammirare un rosone, simbolo di Rodi.

albergo rodiLa Fijet (federazione Internazionale giornalisti e scrittori del turismo) quest’anno nel mese di Ottobre ha organizzato il 65° congresso nell’isola di Rodi. Il simbolo di Rodi e’ la farfalla, del lepidottero  ha il senso della liberta’ che ti instilla, una bellezza soave, un tocco leggero che pero’ ti lascia il segno. La  valle   delle  farfalle    si  estende  in una  superficie  di 60 ettari ed e’ un’area protetta  dove in estate affollano il sito di Petalous , unica al mondo. L’isola è gioiosa  e  accogliente  dai mille colori, basse   casette  dei pescatori  dalle  diverse  tonalita’  pastello, barchette  da  pesca  e  da  turismo  che   ondeggiano   agli ormeggi,  bancarelle che  vendono amuleti, gioielli, artigianato, pescatori con il pescato del giorno con le reti che ancora luccicano di mare.

lindosQuando  entrerai nel cuore di Rodi  potrai  trovare  abbigliamento ma anche oggettistica che ti “parlano” di Grecia. Rodi e’ come una bella donna che sulle prime, appare  “ostica” e piu’ difficile da conquistare, ma una volta conosciuta si  svelera’ nella sua essenza e ti entrera’ sotto pelle. Ti conturbera’ con i suoi colori e sapori e ti affascinera’ con la bellezza del suo territorio fatto di mare incredibilmente blu, dove le barche ancorate sembrano  magicamente sospese in aria e galleggino sul nulla.

Emozionante per le sue bellezze e le tante storie che i  luoghi sanno raccontare.  Siti archeologici  unici. Crocevia di culture e genti,porto fondamentale per i commerci antichi. Qui la natura  e’ stata sapientemente e rispettosamente plasmata dall’opera dell’uomo, tra le rocce ancora riecheggiano le leggende e i racconti  Greci.

mura di rodiData la sua orgogliosa pretesa di essere l’isola del Colosso (alto 32 metri) una delle sette meraviglie del mondo antico (distrutto da un terremoto nel 3 secolo A.C.), opera di Carete  di Lindos, verra’ ricostruito da un team internazionale di architetti (Italia, Spagna, Regno Unito):antisismico, ospitera’ un museo, ristoranti, biblioteche. E’ previsto, un obiettivo ambizioso, ricostruire il monumento dedicato al Dio Sole alto 120 metri con un costo di 250 milioni di euro.

A  Rodi e Lindos ci  sono luoghi di incredibile bellezza,che meritano una visita anche solo di passaggio, dove ancora riecheggiano le leggende e i racconti degli scrittori antichi. Per chi sa acoltare!

Dedicato al mio Papa’ che mi ha insegnato ad amare l’archeologia Greca.

 

Margherita Arancio

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*