Ferragosto: controlli e sicurezza, 7 arresti nella Capitale

Anche quest’anno, in occasione del ponte di Ferragosto, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno intensificato i servizi di controllo in tutto il territorio della Capitale e della Provincia al fine di prevenire e contrastare i reati tipici di questo periodo. L’imponente apparato di controllo del territorio è coordinato dalla Centrale Operativa Provinciale in costante contatto con le pattuglie dislocate sulla Capitale.

Particolare attenzione è rivolta verso le fasce deboli, come anziani e persone sole, così come ai cittadini rimasti in città, ma anche ai numerosi turisti in visita.

Sono stati intensificati i servizi di pattuglia su strada, in costante allerta sul fronte della prevenzione ed il contrasto della forme di criminalità diffusa – con particolare attenzione nelle ore notturne – quali furti in appartamento e rapine, e i controlli alla circolazione stradale, sia diurni che notturni, con l’attuazione di posti di controllo.

In poche ore, infatti, la forte stretta dei Carabinieri ha permesso di arrestare 6 persone.

Nel centro storico, nei luoghi di aggregazione turistica e a bordo dei mezzi pubblici sono stati potenziati i già presenti servizi di contrasto ai borseggiatori, così come nelle stazioni ferroviarie e negli aeroporti. In via Giovanni Giolitti, i Carabinieri hanno arrestato un 45enne del Marocco, con precedenti, bloccato appena dopo aver rubato la borsa, contenente un portafogli e vari oggetti personali, ad un turista americano di 24 anni.

Viene mantenuta alta l’attenzione nelle zone della “movida”, dal Pigneto a San Lorenzo, da Trastevere e Campo de’ Fiori al Centro Storico, con Monti, piazza Navona e piazza di Spagna, fino ad arrivare a Testaccio, all’Eur e a Ponte Milvio, per garantire un sano divertimento a tutti i frequentatori.  In questo contesto, i Carabinieri hanno arrestato 3 pusher – un 42enne di Roma, un 34enne di Siracusa e un 19enne del Marocco –. Nelle loro tasche, complessivamente, sono state rinvenute oltre 70 dosi di cocaina e hashish e oltre 400 euro, ritenuti provento dello spaccio.

Ma l’attività dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma ha portato risultati anche in provincia e sul litorale. In particolare, ieri sera a Pomezia, i Carabinieri hanno arrestato 3 cittadini sudamericani – due cileni e un cubano – fermati all’interno del parcheggio di un noto fast food, in via dei Castelli Romani, perché trovati in possesso di una borsa da donna. Immediati accertamenti hanno permesso di scoprire che i tre avevano, qualche istante prima, rubato la borsa ad una cliente del locale, intenta a cenare con alcuni amici.

Nel corso dei controlli i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno identificato oltre 150 persone ed eseguito verifiche su circa 100 veicoli.

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*