GIOCHI, DAL TAR SICILIA VIA LIBERA A LIMITI ORARI

«MISURA GIUSTA PER CONTRASTARE LUDOPATIA»

Il Tar Sicilia conferma la legittimità dei limiti orari imposti dal Comune di Carini (in provincia di Palermo) per le sale da gioco. È quanto si legge nell’ordinanza del tribunale amministrativo che respinge il ricorso presentato dalla Rete Gioco Italia srl; la società aveva chiesto l’annullamento dell’ordinanza che consente l’attività di sale e apparecchi da gioco dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 20. La fase cautelare, riferisce Agipronews, dà però ragione al Comune: «la limitazione degli orari di attivazione delle apparecchiature da gioco – scrivono i giudici – costituisce strumento idoneo a contenerne la possibilità di utilizzo, integrando una misura amministrativa funzionale a circoscrivere la diffusione del fenomeno del gioco patologico e quindi tutelando il bene primario della salute pubblica». LL/Agipro

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*