La settimana de Il Falco e il Gabbiano

FRANCESCA_DEL_ROSSOLa giornalista, scomparsa esattamente un anno fa, Francesca del Rosso, il calciatore Luigi Meroni, la sanguinaria omicida Rina Fort e il duo comico Stanlio e Ollio.

Ecco la programmazione de Il Falco e il Gabbiano, il programma di Enrico Ruggeri in onda dal lunedì al venerdì alle 15.00 su Radio 24

Madame Bovary è invece la protagonista della puntata di Sulle Ali di Carta

 Giornalista, scrittrice, autrice radiofonica, viaggiatrice seriale e appassionata: Francesca Del Rosso ha firmato tante puntate de Il Falco e il Gabbiano, scegliendo, tutte le volte che le era possibile, storie di donne, di coraggio, di grandi viaggiatori. È stata soprattutto l’ironica e positiva testimonial di come affrontare, con coraggio e ottimismo, il cancro. Ha scelto di raccontare la sua battaglia contro il tumore al seno in un libro dal titolo “Wondy, ovvero come si diventa supereroi per guarire dal cancro” ed è diventata punto di riferimento per moltissime donne che hanno conosciuto e conoscono questa malattia. Si è spenta l’11 dicembre del 2016, a poco più di un mese dall’uscita del suo ultimo romanzo: “Breve storia di due amiche per sempre”, ed esattamente un anno dopo la sua scomparsa, Enrico Ruggeri le ha dedicato la prima puntata della settimana de Il Falco e il Gabbiano, in onda dal lunedì al venerdì alle 15.00 su Radio 24, raccontando anche delle iniziative dell’Associazione, fondata dal marito Alessandro Milan, “Wondy sono io”.

Martedì 12 dicembre Enrico Ruggeri racconta su Radio 24 la storia di Luigi Meroni, detto Gigi, la “farfalla granata”, il calciatore più rivoluzionario e anticonformista della storia del calcio italiano. Durante la sua breve carriera ha segnato poco e vinto ancora meno, ma è rimasto nel cuore degli appassionati. Uomo eclettico, lontano dalla immagine canonica del calciatore della sua epoca. Pittore di talento, anti-conformista, osteggiato e osannato, fino alla sua morte, a soli 24 anni, investito da un’auto. La sua storia nella puntata de Il Falco e il Gabbiano in onda alle 15.00.

 “Sulle ali di carta”, mercoledì 13 dicembre, Enrico Ruggeri ci racconta la storia di una donna che, per sfuggire alla sua vita monotona, si è rifugiata nella fantasia. Fantasia che a poco, a poco ha preso, il sopravvento sulla realtà che la disgustava. È la storia di Emma Bovary, anzi, di Madame Bovary, una donna infelice, rinchiusa nella gabbia della quotidianità, nella quale non riesce ad adattarsi. E questo le provoca un disagio che a poco a poco la annienta. Vive solo di immagini gloriose, di riflessi luminosi che poco hanno a che fare con la luce diretta della vita. In questo modo finisce che per lei nulla ha valore, perché appena riesce a ottenere qualcosa, non coincide mai con l’idea che si era fatta. Una tecnica che non può che condannarla all’infelicità.

 Giovedì 14 dicembre con la puntata de Il Falco e il Gabbiano in onda alle 15.00 su Radio 24, Enrico Ruggeri ci porta indietro nel tempo, alla mattina del 30 novembre 1946. La mattina in cui Milano si sveglia con una notizia che fa gelare il sangue: una donna e tre bambini sono stati uccisi a colpi di spranga nella propria casa. Qualche settimana dopo, Rina Fort ammette di aver ucciso senza pietà Franca Pappalardo e i suoi tre figli di sette, cinque e 1 anno. Le vittime sono la moglie e i figli di Giuseppe Ricciardi, l’amante di Rina Fort: per lei queste persone sono gli ostacoli che non le permettono di vivere la vita che ha sempre sognato: di avere un marito, dei figli, una casa da curare dopo tanti anni passati a fare la domestica per le famiglie altolocate.

A chiudere la settimana, venerdì 15 dicembre è la storia di un giovane attore inglese che dopo aver lavorato nella stessa compagnia teatrale di Charlie Chaplin decide di trasferirsi negli Stati Uniti per tentare la fortuna nella regia. Ma il destino lo porta ancora una volta a recitare nelle comiche mute del cinema degli anni venti. È qui che incontra un corpulento attore specializzato nella parte del “cattivo” che però accanto a lui riesce a dar vita a scenette esilaranti. Tra i due si stabilisce un sodalizio artistico che cambierà la vita di entrambi facendoli diventare un’icona del cinema comico mondiale: Stan Laurel e Oliver Hardy. Stanlio e Ollio.

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*