“LicatAutori 2017” – un successo anche la seconda serata con Casa

LicatAutori 2017 seconda serata Francesco Pira Cesare Lo Leggio Giuseppe CasaTanti applausi per i protagonisti della rassegna ideata e condotta da Francesco Pira. Straordinari Peritore, Lo Leggio, Frumento e Mulè

LicatAutori 2017, un successo anche la seconda serata con Casa, Bona, Galuppi e La Colla

Si è parlato di violenza, donne e amore. Ospite d’onore il Comandante del Porto,

Tenente di Vascello Giuseppe Maggio: “tanti migranti hanno subito violenze”

“Siamo soddisfattissimi, anche nella seconda serata posti a sedere esauriti, pubblico di qualità, autori molto bravi, artisti altrettanto. Avanti tutta”. E’ un Francesco Pira contento per il successo ampio della seconda serata della rassegna LicatAutori 2017 che si svolge all’interno del suggestivo Chiostro del Carmine. Assente giustificato il Vice Sindaco, Daniele Vecchio, che dopo la sfiducia del Sindaco Angelo Cambiano, ha le funzioni di primo cittadino fino all’arrivo del commissario, ospite d’onore il Comandante della Guardia Costiera di Licata, Tenente di Vascello Giuseppe Maggio. Presentandolo Francesco Pira ha spiegato che il Comandante Maggio ha un passato di grande prestigio al servizio dello Stato. Ha salvato in mare tanti migranti. “Stasera parlate di violenza– ha detto il Comandante Maggio a LicatAutori- ed io posso testimoniare che uomini e donne che approdano sulle nostre coste su un gommone ne hanno subita tanta. Dobbiamo aprire il cuore verso questi essere umani”. Una testimonianza molto toccante quella del Tenente di Vascello Giuseppe Maggio che ha strappato gli applausi del numeroso pubblico presente. Poi il padrone di casa, Francesco Pira, ha intervistato gli autori sui loro lavori. E così Giuseppe Casa, brillante ed acuto, ha parlato del suo libro “Io non sono mai stato qui” che narra dei disagi della nostra società, Nicoletta Bona della sua opera prima “Il mio Dio è nero” dove il tema dominante è la violenza sulle donne, Antonella Galuppi, poetessa, che ha presentato “L’Antinomia” e Melania La Colla, con il suo suggestivo melange di memorie “Sono nato al Sud”. Novità della seconda serata nella lettura di un testo, la storica voce delle letture dei testi, l’attrice Daniela Mulè, è stata affiancata dal regista ed attore teatrale, Gaspare Frumento. Strepitoso anche nella seconda serata Cesare Lo Leggio che con la sua musica ha incantato il pubblico. Straordinaria l’interpretazione della canzone della grande cantante folk licatese Rosa Balistreri “Canto e Cuntu”. Ha confermato il suo estro e la sua bravura anche il poeta dialettale Lorenzo Peritore, capace di far sorridere e di far riflettere.

La rassegna si conclude venerdì 18 agosto con il cantante Ezio Noto, che presenta il suo volume “Mio padre non conosce la mia musica”, il docente e commercialista, Andrea Cellura con il suo primo romanzo “Ho perso le chiavi di casa” e il giornalista di Villalba (Caltanisssetta) Jim Tatano con libro “La ragnatela del potere”. Prevista la partecipazione del Dirigente Scolastico Calogero Carità, storico e giornalista licatese, direttore del mensile “La Vedetta”, che parlerà del suo corposo libro sullo sbarco degli americani a Licata.

“Aspettiamo la terza serata – ha affermato l’ideatore e conduttore di LicatAutori Francesco Pira,docente di comunicazione all’Università di Messina- per fare un bilancio ma le prime due serate hanno confermato una formula che piace ormai da tanti anni ad un pubblico non soltanto indigeno ma anche di turisti presenti in città”.

 

 

 

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*