“Un tuffo nell’infanzia” è stata definita la mostra “Giochi e Giocattoli Antichi”

IMG_20170605_092708Oltre un migliaio di visitatori hanno potuto apprezzare le meravigliose opere realizzate per la quarta edizione della Mostra del Fischietto, organizzata dall’associazione culturale “Terra Erea” in collaborazione con i Musei civici e il patrocinio del Comune di Caltagirone, ospitata presso le Sale Esposizioni Temporanee della Corte Capitaniale.

Il tema scelto quest’anno voleva analizzare i “Giochi e Giocattoli Antichi” che sino alla metà del secolo scorso allietavano le giornate dei bambini e dei ragazzi caltagironesi e non solo, che raccontassero la semplicità e la genialità, l’arte feconda dell’arrangiarsi di chi, senza i vantaggi dell’attuale era tecnologica, realizzava passatempi per l’infanzia e l’adolescenza usando materiali poveri o anche riciclati ripercorrendo così un “viaggio nel tempo”, scoprire come i nostri nonni e i nostri genitori trascorrevano il momento del gioco che si trasformava in veri e propri momenti di socializzazione e integrazione. Un ritorno al passato che si vuol riscoprire coniugando l’antica tradizione del fischietto, riportandoci indietro nel tempo.

La mostra “Giochi e Giocattoli Antichi”, ripresa dai media nazionali e dalle riviste di settore più importanti avvalorando l’importanza dell’iniziativa unica in Sicilia, è stata segnalata nel sito www.italive.it, un portale del gruppo Autostrade per l’Italia in cui sono evidenziati tutti gli eventi organizzati. Anche l’assessore regionale allo Sport, Turismo e Spettacolo Anthony Barbagallo ha avuto modo di visitare la mostra, apprezzando le opere realizzate dai rinomati artigiani calatini, oltre che da artisti e studenti, che dimostrano ancora una volta con la loro maestria di contribuire ad attrarre visitatori e turisti, ha elogiato anche l’associazione per organizzare queste manifestazioni volte a custodire e tramandare la tradizione del fischietto. È stata registrata la presenza di migliaia di visitatori siciliani, ma dall’Italia e anche dall’estero, come Argentina, Belgio, Brasile, Canada, Danimarca, Filippine, Germania, India, Malta, Olanda, Pakistan, Parigi, Regno Unito, Scozia, Spagna, Svizzera, Ukraina, Usa, oltre agli studenti di diversi Istituti scolastici.

I ceramisti che hanno aderito all’iniziativa sono stati: Antonio Barletta, Ilaria Biffara e Giampaolo Santoddì, Irene Cabibbo, Ivano Agatino Carpintieri (scultore di Mascalucia), Giacomo Cusumano, Vincenzo Forgia, Santina Grimaldi, Duglas Mauro, Mario Milazzo, Antonino Navanzino, Luigi Navanzino, Mara Romano, Vincenzo Velardita oltre agli studenti del Liceo Artistico “E. Majorana” di Militello in Val di Catania (Daniele Amato, Sharon Barone, Ilaria Blanco, Kimberly Di Martino, Rocco Guttuso, Noemi Pappalardo, Angela Pisano, Danilo Purpora, Cristian Reitano, Sophia Tinnirino – IA e Chiara Castania, Janet Mandrà, Carmelo Panebianco, Chiara Pirracchio, Ilenia Pirrotta – IIA).

“Un ringraziamento particolare va al sindaco Gino Ioppolo, al vicesindaco Sergio Gruttadauria, all’assessore alle Politiche culturali e della Tradizione, Vito Dicara, al presidente del Consiglio Comunale Massimo Alparone, allo staff dei Musei Civici, all’assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo, al prof. Luigi Lombardo, al brillante intrattenimento inaugurale dei Cori congiunti di voci bianche “Puellae et Pueri Cantores”  e di voci femminili “Alma Mater Cantorum”  dell’Istituto Musicale “Pietro Vinci”,  accompagnati al pianoforte dal Maestro Michele Cancemi e diretti dal Maestro Giuseppe Garra, agli artisti, alla dirigente scolastica del Liceo Artistico Majorana di Militello prof.ssa Ornella Sipala, al prof. Antonino Navanzino ed ai loro studenti per aver partecipato, a Toni Picone oltre ad alcuni amici (Alessi & Messina, Demetra On Lus, Domus Ristrutturazioni, Parafarmacia Sant’Anna, Alternativo Bar, Lidia Design) che con spirito di collaborazione credono nelle nostre iniziative culturali,  e ci sostengono con i loro contributi – ha esordito il presidente di Terra Erea, Omar Gelsomino -. Un risultato andato oltre ogni aspettativa questa edizione dedicata ai Giochi e Giocattoli Antichi grazie alla numerosissima affluenza di visitatori, italiani e stranieri, soprattutto degli studenti dei vari Istituti compresi gli alunni dell’asilo nido che ci sprona a continuare su questo nostro percorso, iniziato nel 2014,  all’insegna della valorizzazione delle nostre tradizioni culturali e a lavorare già alla prossima edizione con nuovi ospiti e tante sorprese”.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere alla mail: ass.terraerea@gmail.com oppure consultare la pagina Facebook “Terra Erea”.

Il Presidente

Omar Gelsomino

 

 

 

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*