A LAMPEDUSA “FESTA DELL’EUROPA”

EU_flag_0Lampedusa emblema della solidarietà e dell’accoglienza come porta dell’Europa ma anche isola tradita da tante promesse che vuole riprendersi in mano e rilanciare la propria vocazione, quella del turismo valorizzando un patrimonio ambientale unico al mondo e respingere il luogo comune di isola ostaggio che ne danneggia ingiustamente l’immagine e pronta ad accogliere turisti e visitatori nella stagione appena cominciata.

È lo spirito che animerà l’evento in programma domani e dopodomani a Lampedusa, dove la Regione celebrerà la Festa dell’Europa, con dibattiti in piazza Castello, dove sarà presentato il progetto “Talenti d’Europa” finanziato dal Po Fse 2007-2013 rivolto agli studenti delle medie superiori di tutta la Sicilia che parteciperanno a un concorso sui temi dell’Europa attraverso le arti, la letteratura, la musica, la fotografia, il giornalismo che si concluderà con una stage del gruppo vincitore a Bruxelles.  Una scelta simbolica quella di Lampedusa per la Festa dell’Europa, nonostante l’Europa, fatta nel pieno del fenomeno delle migrazioni dall’Africa per toccare i temi che stanno a cuore ai cittadini di Lampedusa con al centro il rilancio del turismo, della pesca, delle attività imprenditoriali, dei costi del gasolio, dei collegamenti marittimi e aerei, delle infrastrutture. Domani, sabato 9 maggio, dibattiti in piazza a partire dalle 18 con i saluti del sindaco Giusi Nicolini e la presenza del governatore della Sicilia Rosario Crocetta, del vice presidente della Regione Mariella Lo Bello, del dirigente del dipartimento Formazione Domenico Giubilaro, di Giovanna Di Girolamo della Fondazione San Vito. Testimoniale della giornata Lello Analfino dei Tinturia che per dare forza ad una delle sei sezioni del concorso “Talenti d’Europa”  (quella musicale) si rivolgerà ai ragazzi per raccontare come si è avvicinato al mondo della musica e come è riuscito a raggiungere la fama nazionale. Modera il giornalista Enrico Laurelli (Mediset). Domenica 10 maggio, sempre in piazza Castello e a partire dalle 18, ancora spazio ai temi dell’Europa e delle esigenze di Lampedusa. La giornalista del Tg2 Maria Antonietta Spadorcia coordinerà il talk show; anche in questo caso dopo l’intervento del sindaco Giusi Nicolini, dibattiti col presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, il vice presidente e assessore all’Istruzione Mariella Lo Bello, i dirigenti del Dipartimento Formazione della Regione siciliana che parleranno di alcune misure della nuova programmazione del PO Fse 2014-2020, Maurizio Artale responsabile del centro Padre Nostro di Brancaccio (Palermo), Federico Fazzuoli, conduttore televisivo. Testimonial della serata per il suo impegno in favore degli immigrati il cantautore Eugenio Bennato.

 

 

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*