Uccisi due ostaggi nello Yemen

Luke Somers

Luke Somers

Fallito il tentativo di liberazione del reporter americano Luke Somers e dell’umanitario sudafricano Pierre Korkie. E’ stato il secondo tentativo americano in quindici giorni di salvare il proprio compatriota e chi era trattenuto con lui nello Yemen dai militanti di al-Qaeda.

Il Presidente Obama ha dichiarato di essere cosciente del pericolo che stava correndo Somers, soprattutto dopo il video trasmesso dai terroristi due giorni fa e di aver autorizzato la missione.

L’operazione è durata soltanto una trentina di minuti. Un commando composto da quaranta uomini statunitensi e yemeniti si è avvicinato al luogo di detenzione degli ostaggi con attrezzatura di visione notturna. Ironia della sorte, a circa 90 metri dal target, un cane ha tradito la loro presenza abbaiando.

Pierre-KorkieI rapitori hanno sparato agli ostaggi prima di morire nello scontro a fuoco col commando. Cinque soldati yemeniti sono stati feriti e dieci militanti di Al-Quaeda sono morti secondo un ufficiale dello Yemen.

Un team medico ha provato a trattare d’urgenza gli ostaggi feriti sotto il crepitio delle armi. Purtroppo sono entrambi deceduti durante le operazioni di evacuazione.

Luisa Pace

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*