In guardia contro le frodi online con “Occhio alla truff@”

postale-truffe-550Le truffe sul web sono in aumento, ce lo dicono le statistiche della polizia postale e delle telecomunicazioni. Al 30 settembre le denunce per illecito utilizzo di strumenti elettronici di pagamento erano più di 28mila, in netto aumento rispetto agli anni precedenti.

Tante le iniziative messe in campo dagli specialisti della postale con l’obiettivo di sensibilizzare gli utenti del web sui pericoli a cui vanno incontro utilizzando gli strumenti di pagamento elettronico.

In particolare Polizia postale e UniCredit, continuano a sviluppare il progetto “Occhio alla truff@: basta poco per navigare in sicurezza”, avviato lo scorso anno proprio con lo scopo di informare la clientela sui rischi connessi all’uso del web e alle cautele da adottare per operare in tutta sicurezza sulla Rete.

Nell’ambito di questo progetto gli specialisti della Postale hanno incontrato nei giorni scorsi, presso la sede principale di piazzale Loreto a Milano, circa cento clienti dell’istituto di credito.

Durante l’incontro si è parlato del crimeware informatico, cioè dei vari tipi di software utilizzati per il furto finanziario online, e degli accorgimenti da adottare per poter riconoscere e contrastare le frodi perpetrate sulla Rete.

“La collaborazione tra Istituzioni e privati è fondamentale per contrastare la criminalità che opera attraverso la rete Internet – ha dichiarato Antonio Apruzzese, direttore del Servizio polizia postale e delle comunicazioni – La Polizia postale è in prima linea nell’attività di contrasto della criminalità informatica e nella difesa dei valori costituzionali della segretezza della corrispondenza e della libertà di ogni forma di comunicazione”.

Gli fa eco Annalisa Areni, responsabile dell’area manager Milano est di UniCredit: “Questa iniziativa è di grande rilevanza, perché mira a illustrare alla popolazione la criticità del fenomeno delle truffe online, oltre a spiegare quali sono le iniziative che le forze dell’ordine e UniCredit hanno messo in atto. Questo momento di formazione è un percorso che abbiamo avviato in tutto il Paese circa un anno fa per diffondere la consapevolezza delle cautele da adottare quando si naviga online. Operare in internet senza rischi è possibile, un po’ di attenzione e il rispetto di alcuni consigli consente di non cadere nelle trappole. Un po’ più attenzione oggi, vuol dire evitare maggiori danni domani”.

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*