I fantasmi siciliani del sesso

Photo by Paul Koudounaris

Una conferenza presso la Biblioteca bizzarra Morbid Anatomy Library in Gowanus, per scoprire gli appetiti sessuali di esseri soprannaturali che risiedono a Palermo. A darne notizia, il The Brooklyn Paper. Secondo quanto riportato dal giornale, la conferenza avrà per oggetto i fantasmi siciliani del sesso.

L’importanza e il valore dato alla sessualità nel meridione d’Italia è argomento conosciuto ai più, ma mai ci saremmo aspettati che il sesso potesse essere oggetto di dibattiti scientifici, quando lo stesso è riferito ad eventi post-mortem.

Tra le storie oggetto di dibattito, quella di un monaco del 18 ° secolo.

Il cui corpo mummificato ritratto in foto, è quello del monaco il cui spirito sarebbe conosciuto per l’abitudine di  tormentare gli uomini nei loro momenti di debolezza.

“C’è uno chiamato Il Masturbatore”, ha detto il dottor Paul Koudounaris, relatore esperto d’arte morbosa e autore di “L’impero della morte”, riferendosi al fantasma del monaco palermitano, noto ai suoi tempi per la castità e moderazione.

Purtroppo per lui il diavolo lo costrinse a cercare il piacere sul suo corpo e i membri dell’ordine lo trovarono rigido, da rigor mortis, nel suo studio, con un’espressione di estasi sul suo viso.

“Egli era noto per la sua vita di castità, ma il diavolo preso il controllo su di lui e lo ha costretto a masturbarsi,” ha detto il Dott. Koudounaris.

Koudounaris narra poi la storia di ragazzo di Palermo che avrebbe apertamente sfidato il fantasma de Il Masturbatore e che, trascinato da una fredda mano ossuta che ne aveva afferrato la sua virilità,  fu condotto alla nicchia del monaco al monastero, dove la mano strinse a tal punto i suoi attributi da causare un dolore lancinante che fece perdere i sensi al giovane.

Secondo quanto esposto dal Dott. Koudounaris, “lo stesso ragazzo in seguito divenne un sacerdote, e predicò agli altri i mali della masturbazione”.

Tra le tante leggende sul sesso, sui fantasmi e gli stereotipi sul popolo siciliano, quella dei fantasmi isolani del sesso ci mancava e mai ci saremmo aspettati che potesse essere oggetto di conferenze con la partecipazione di illustri relatori.

Gjm

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*