Girgenti Acque: nessuna rottura dei pennelli a mare

Agrigento – In riferimento a quanto stamattina appreso dai giornali online, relativamente al ritrovamento di due tubi (uno all’altezza della prima spiaggia di San Leone e l’altro al lido Cannatello),  si intende precisare che nessuno dei due è parte della condotta sottomarina ubicata nell’area denominata “Padri Vocazionisti”. Dall’ispezione effettuata dai tecnici di Girgenti Acque SpA è emerso che le caratteristiche tecniche: tipologia di tubazione e/o diametri e/o spessore, non corrispondono a quelle del pennello a mare e, inoltre,  il funzionamento della centralina di sollevamento è assolutamente regolare. Se, viceversa, vi fossero state delle alterazioni nel funzionamento della condotta sottomarina, le anomalie sarebbero state registrate e la centralina avrebbe segnalato parametri non corrispondenti all’esercizio abituale della stessa condotta. Infine le due estremità delle tubazioni appaiono tagliate, con idonee attrezzature,  in modo regolare; se, al contrario, fossero state strappate dalla mareggiata, avrebbero dovuto presentarsi sfrangiate come si è verificato in un’altra circostanza.  Si precisa infine che Girgenti Acque SpA, se dovessero verificarsi rotture o anomalie alla condotta sottomarina, darà comunicazione agli organi competenti e agli stessi cittadini. Infine, si ringraziano i cittadini che presidiano il litorale per l’attenzione prestata verso il regolare funzionamento del pennello a mare e ci si augura che questa collaborazione possa continuare nel tempo a essere proficua, per il bene dell’intera comunità agrigentina.

 

Condividi sui social

Commenti

  1. riccardo scrive:

    Girgenti Acque dichiara (ha il sapore di una postuma “excusatio non petita”) che la SUA condotta sottomarina è integra e che quella spiaggiata è di tipo diverso e presenta tagli terminali e non strappi, come dovrebbe verificarsi a seguito di mareggiate. Evidentemente dovremmo pensare che c’è qualche buontempone che, nonostante il cattivo tempo e le mmareggiate degli ultimi giorni, non ha trovato niente di meglio da fare che un bel bagnetto per tagliare una condotta sottomarina, neppure rinvenibile con “estrema disinvoltura” anche in condizioni meteorologiche più favorevoli. Appare altresì singolare cheun certo sito web non avesse dato prima alcuna notizia della condotta spiaggiata, mentre si è subito apprestato a fornire le rassicurazioni di Girgenti Acque. Come mai ? Sarebbe forse un nuovo fenomeno tutto da chiarire quello di tronchi di tubazioni vaganti per il mare in cerce di paternità.

  2. antonio scrive:

    Molto probabile e un pezzo della Concordi quella del Comandante Schettino.