Aragona – “In giunta arrivano le quote rosa”

Così il sindaco di Aragona, Alfonso Tedesco, ha commentato il cambio della guardia a Palazzo di Città : “Si sono dimessi Filippo Gandolfo e  Paolo Pulselli per dare spazio a Floriana Salamone e Maria Mondello. Il rimpasto avviene in omaggio alle quote rosa e non porterà stravolgimenti in giunta, anzi la presenza di due donne arricchirà le nostre prospettive, ristabilendo gli equilibri iniziali “. Nulla di veramente nuovo, dunque, per l’Amministrazione Tedesco, che nella formazione iniziale, nel lontano 2007, registrava la presenza di una giovanissima donna, Viviana Buscemi, costretta a dimettersi per motivi personali. Oggi, recependo appieno le leggi vigenti, in giunta vengono nominate due donne, due professioniste, pronte a mettere al servizio della collettività le loro competenze e la loro esperienza.            
«Ho pensato fosse giusto presentare le mie dimissioni per fare posto ad una donna», ha dichiarato, Filippo Gandolfo, già assessore Alla Pubblica Istruzione. Dello stesso parere sembrerebbe essere anche l’ ex assessore ai Lavori Pubblici Paolo Pulselli, il quale conferma il proprio impegno verso la Città e il personale appoggio all’Amministrazione. Tedesco ha ringraziato Pulselli e Gandolfo per la loro disponibilità: «Si tratta di una scelta saggia e ponderata, fatta per aiutare la giunta a risolvere un problema, con profondo spirito di servizio».

E per dare continuità all’operato dei due assessori, Tedesco, riproporrà una formula più che collaudata, nominandoli come collaboratori politici.

“La collaborazione di Pulselli e Gandolfo – conclude il Sindaco – è stata preziosissima e pertanto, dopo l’esperienza realizzata con Pietro Caruana, ripeteremo  la nomina dei collaboratori, reintegrandoli nei settori di loro competenza, nei quali hanno sino ad oggi operato e di cui rimarranno protagonisti indiscussi”.

Presto Tedesco interverrà in Consiglio Comunale per relazionare sulla nuova composizione della Giunta.

Condividi sui social

Commenti

  1. un tifoso scrive:

    sti miei ……

  2. calogero scrive:

    assissuri pi tri misi, azzu, chi affari fici Ragona. PIGLIATIVI STI SORDI CON ANNESSI E CONNESSI PALLI E IATI AVANTI.AMMUTTATI.