Intervista a Franco Simone – di Totò Castellana

Aragona (Agrigento)-  Il cantautore Franco Simone impegnato in diversi concerti in Sicilia, tra le sue tappe agrigentine Comitini e Joppolo Giancaxio, rispettivamente sabato 27 e lunedì 29 agosto, ha rilasciato al nostro giornale un’esclusiva intervita. Un artista che dal suo esordio, nel 1972 al Festival di Castrocaro, ha continuato ininterrottamente a coltivare la propria arte regalando emozioni a un vastissimo pubblico e mietendo importanti successi. “Nato tra due Mari” – di cui particolarmente bella ci è sembrata la canzone “Carezze” – la sua ultima fatica discografica, datata 2010.

Quest’anno ha conquistato il “Globo d’oro 2011”, con la canzone “Accanto”, nei titoli di coda della colonna sonora di Native, il film che ha visto assegnare il premio speciale “Regista rivelazione dell’anno”, al ventiduenne catanese Giovanni Marzagalli, in arte John Real. E’ stato l’aragonese Biagio Bellanca, amico del noto cantautore, a fare da tramite per l’intervista, svoltasi nel verdeggiante giardino della sua abitazione. Presente all’incontro anche il regista emergente John Real, a cui Franco Simone non ha lesinato apprezzamenti e complimenti per l’ottimo lavoro svolto in Native. Un giovane capace, che ha lasciato la Sicilia per inseguire i suoi sogni trasferendosi a Los Angeles per frequentare l’UCLA –  l’Università di California promossa in Italia dall’Accademia nazionale del cinema con sede a Bologna -, e che appena rientrato dagli Stati Uniti, ha visto ripagato il proprio impegno e i propri sacrifici con un premio prestigiosissimo.

Dopo le foto di rito inizia la nostra intervista con Franco Simone a cui abbiamo chiesto sogni e progetti futuri. “Si vive sempre di continue ricerche e messe a punto. Non ho ambizioni sintetizzabili nel semplice successo – ha spiegato il cantautore – Ritengo che qualunque artista le sue ambizioni le trasferisca nella realizzazione del bello, compito non semplice, per cui nel nostro lavoro ci sono sempre 1000  progetti ed altrettanti traguardi da raggiungere. Il mio spirito è sempre quello di chi sta iniziando per la prima volta; mi accorgo di avere un passato solamente quando incontro la gente che mi guarda in un certo modo”.

Dall’amichevole conversazione emerge l’amore per i siciliani e la Sicilia. Una terra magica dalle tinte forti dove tutto viene amplificato, sia nel bene che nel male. Un artista che pone al centro del suo lavoro la voce, anziché l’immagine, come troppo spesso accade oggigiorno. Parole di ammirazione e stima verso Amy Winehouse, secondo Franco Simone, colei che ha riportato la vocalità al posto che meritava: “di Lei non esistono grandi filmati ma grandi canzoni”.

Meravigliosa è la fantasia che ispira una canzone, un racconto – ha spiegato Simone – Fantasia intesa come un qualcosa che non ci appartiene. Mezzo indispensabile per avvicinarsi al divino. “All’uomo è consentito in due occasioni di avvicinarsi alla divinità: quando fa l’amore e quando crea”. Raccontare in maniera adeguata permetterebbe l’avvicinamento al concetto di divino con tutti i rischi che questo comporta. “La mia convinzione è che Amy Winehouse – ha sottolineato Franco -, con la sua arte, con la sua voce pazzesca, forse si era avvicinata troppo al divino”. L’intervista entra nel vivo trasformandosi in una discussione che coinvolge anche i presenti. Dalla discussione emerge che l’artista, pur potendolo fare, non è tenuto a dare nessun insegnamento. Un artista che fa musica non è un pedagogo, piuttosto, ha il compito di suscitare e regalare emozioni, possibilmente belle.

Il binomio Artista e Maledetto. La sua idea?

L’artista ha una condanna che diventa anche la sua beatificazione. Personalmente so di non essere tranquillo ma cerco di convivere con questa mia irrequietezza interiore, attraverso l’arte. Lasciando perdere droghe, alcool ecc., ci si può avvicinare alla conoscenza, come, sicuramente, hanno fatto grandissimi artisti del calibro della Winehouse o Ray Charles. Nell’arte pittorica, certamente, il Caravaggio si è avvicinato alla “Conoscenza” di cui parliamo. Non c’è etica senza estetica. E la ricerca del bello comporta anche tanti sacrifici. Però, in definitiva anche nelle tragedie, si perviene ad un arricchimento generale che investe tutti”.

Arte e Politica le considera due rette parallele o perpendicolari?

Qualunque artista vero, che lo voglia o meno, fa anche politica. Ogni qualvolta ognuno si esprime con sincerità sta facendo politica. Politica alta, quella degli antichi greci. La politica di Platone per intenderci. Qualcosa per cui impegnarsi affinché la collettività cresca. Un buon politico, non dovrebbe mentire, ma dire liberamente la verità. Tutti gli artisti che amo si esprimono con grande senso di libertà e quest’ultima fa molta paura”.

 

Della provincia agrigentina, dove ha trovato negli anni passati per i suoi concerti un pubblico sempre caldo, vivo e meraviglioso, Franco Simone è stato colpito oltre che dalla bellezza anche dalla tradizione storica e culturale del territorio e le sue genti.

Se le dico Aragona cosa mi risponde?

Ad Aragona, dove ho degli amici fraterni, mi sento come a casa mia. Qui mi sono esibito nel 2003 davanti a un pubblico stupendo. Quando posso, come in questa occasione, vengo con gioia a trovare i miei amici visitando luoghi a me cari”.

 

Nel ringraziarla invitiamo i nostri lettori a voler aggiungere alle proprie collezioni la sua recente creazione discografica “Nato tra due Mari”. Ovviamente, l’augurio è quello che Franco Simone – artista di fama internazionale che grande successo ha riscosso e continua a riscuotere in America del Sud – possa al più presto tornare nella terra delle Maccalube in concerto.

Totò Castellana

Condividi sui social

5 Responses to Intervista a Franco Simone – di Totò Castellana

  1. Conosco il Grande POETA, Franco Simone da una vita.
    In queste righe ha ricalcato, la sua famosa sincerita,
    la sua serieta’.
    Non ha mai voluto farsi largo a gomitate,
    come tanti altri che poi sono arrivati piu’ in
    alto, in Italia, e che io da sempre non ho mai classificato
    come artisti veri.
    Ecco; il mio POETA, e’ insieme a me e mia mogliettina
    da quasi 38 anni, e precisamente da quel lontano……11 e mezzo.!
    Beh, e’ l’eta’ che aveva la mia bambina (poi mia moglie),
    quando ho chiesto la sua mano.
    E’ stato e rimane per sempre un Grande Meraviglioso “RESPIRO”.
    Un saluto a tutti voi.
    Rocco Ricca da Catanzaro.

  2. Franco Simone é un grande Artista che ha affrontato con onore e poesia molte tematiche e sperimentato altrettante sonorità con musicalità unica, donandoci canzoni pregiate in questi ormai prossimi 40 anni di carriera internazionale.
    La canzone ACCANTO, premiata con il Globo d’oro come Miglior Canzone Originale, é un brano che ha un alto potere comunicativo che interpreta lo stato d’animo dei protagonisti del film.
    É interpretato con grande patos da Franco Simone, autore del testo, che lo ha saputo comporre egregiamente su una musica, non di facile orecchiabilità, ma ricca d’atmosfera noir creata con sensibilità e professionalità dal Maestro Marco Werba, che ha curato la colonna sonora del film NATIVE.
    I miei in “bocca al cinematografo” vanno di cuore a John Real, sperando al più presto di poter vedere il film nei cinema per ammirare questo certo capolavoro che ha meritato ben 3 Globi d’Oro 2011 dalla Stampa Estera in Italia, il 1 luglio scorso a Roma.
    Un’anteprima della canzone e delle scene del film le abbiamo potute assaporare alla trasmissione di Franco Simone “Dizionario dei Sentimenti” il 3 aprile c.a. (Silver tv in Sky e on streaming su Lazio tv Latina).
    Ecco qui il video: http:// http://www.facebook.com/video/video.php?v=2179228646290
    Ancora un Grazie infinito a Franco Simone per le sue canzoni emozionanti come sempre.
    Un mio elogio particolare va ai suoi brani “Mani d’amore”, “Il tuo sorriso”, “Carezze”, “Se una notte” che fanno parte del cofanetto “Nato tra due mari” (2010).
    Un Abbraccissimo (superlativo caro al Poeta)

  3. Su Franco si potrebbe scrivere all’infinito. Credo basti dire che è una persona sincera e coerente nei suoi propositi.
    Un Artista che non vive sospeso a mezz’aria, ma che accoglie i suoi fans come amici, perchè tali li considera.
    Grazie ,carissimo Franco!
    Loretta Crestani

  4. Elizabeth Missland

    Ascoltatelo una volta, e non lo dimenticate mai piu’.
    Un Talento, una Voce, un Uomo : un grandissimo Artista.
    Le sue canzoni sono autentiche poesie, l’una piu’ bella dell’altra.
    Il suo timbro di voce, davvero eccezionale, incanta, rapisce, emoziona. Arriva dritto al cuore e ci rimane per sempre.
    Il mio affettuoso applauso carissimo Franco.
    Grazie di essere mio amico.
    Elizabeth

  5. Le canzoni di Franco hanno accompagnato la mia adolescenza ❤ .Grazie Franco sei un grande poeta ed un grande uomo.
    Grazie .Patrizia’61🌹💋

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*