Il rappresentante aziendale della Cisl Pippo Alaimo invita la Regione a prendere posizione sui lavoratori della formazione professionale

Il rappresentante aziendale della Cisl del centro formazione professionale di Agrigento, Pippo Alaimo, interviene sulle problematiche in seno al settore della formazione e degli sportelli multifunzionali.
“In un quadro confuso e parcellizzato del settore formativo la rappresentanza aziendale della cisl agrigentina invita l’Assessore regionale al Lavoro e il dirigente dell’Agenzia per l’impiego di prendere un ‘iniziativa seria ed opportuna per risolvere i problema degli esuberi che riguardano gli 80 lavoratori degli Sportelli Multifunzionali.
Ormai da quasi tre mesi la situazione di questi lavoratori sembra aver preso una strada senza ritorno, con l’aggravante che lavoratori con quasi 30 anni di servizio si trovano virtualmente in esubero, dopo che le parti hanno sottoscritto un protocollo d’intesa il 04 novembre 2010 che doveva tutelare i lavoratori.
Per evitare che la situazione possa degenerare, la rappresentanza sindacale aziendale cisl agrigentina si batterà affinché vengano ripristinate le regole elementari di garanzia previste per i lavoratori.
Per tutto ciò si chiede di voler nel prossimo incontro del 1 febbraio 2011 fare chiarezza punto per punto sulle anomalie emerse che non devono essere pagate dai lavoratori”.

Condividi sui social

3 Responses to Il rappresentante aziendale della Cisl Pippo Alaimo invita la Regione a prendere posizione sui lavoratori della formazione professionale

  1. Grande pippero alaimo, 6 tornato al fianco dei lavoratori

  2. Il Sig Alaimo, nella qualità di RSA dovrebbe spiegare ai lavoratori che pagano la tessera sindacale alla Cisl, quando e quale concorso hanno vinto e quali professionalità avevano e quali currucula hanno presentato gli innumerevoli PARENTI di dirigenti sindacali eccellenti ASSUNTI allo IAL CISL di Agrigento. Assunzioni avvenute in questi ultimi anni, in danno ai vari lavoratori che con qualità e professionalità lavorano per il suddetto ente.
    Il reggente della Cisl Bernava ed il suo vice Montalbano dovrebbero tutelare i veri lavoratori che oggi rischiano il posto di lavoro, lo facciano affinché vengano ripristinate le regole elementari di garanzia, dignità ed equità.
    Probabilmente lei non ricorderà i nominativi dei fortunati lavoratori e relativo grado di parentela…..
    ha forse dimenticato la parentopoli agrigentina????

  3. CAro Roberto hai scoperto l’acqua calda moltissimi sindacalisti e dipendenti vicinissimi all’establishment cislino hanno assunto senz concorso (figli, nipoti, parenti).
    Il Prof. Pippo Alaimo nn ha avuto assunto nessun parente o figlio una goccia in una mare clientelare e familistico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*