Legambiente allo sfascio per colpa di un comitato d’affari

In passato, avevamo già scritto di come l’associazione ambientalista stesse rischiando di trasformarsi in una holding che opera in diversi settori e in particolar modo nel campo dell’energia.
Lo stesso Presidente nazionale di Legambiente aveva replicato a quanto pubblicato su questo sito, definendo ‘ridicole’ le critiche mosse.
E’ passato del tempo e parte di quelle ‘ridicole’ accuse hanno trovato riscontro in un provvedimento giudiziario che ha portato una Procura ad emettere 18 avvisi di garanzia e all’arresto di 15 persone – politici, ambientalisti, funzionari del comune etc -, a vario titolo coinvolte in affari poco trasparenti.
Ad accorgersi di quanto accade all’interno dell’associazione, sono adesso alcuni circoli che alla stessa aderiscono e che si preparano a dar battaglia dall’interno.
Il malumore serpeggia infatti tra quanti vorrebbero un’associazione ambientalista che sia tale, e chi dell’ambiente nè ha fatto un business…

Condividi sui social

One Response to Legambiente allo sfascio per colpa di un comitato d’affari

  1. mario cittadino qualunque

    Peccato che nessuno abbia ancora rivolto la sua attenzione su legambiente in Sicilia. Non parliamo poi di legambiente in Agrigento, ricovero di qualche “professionista” senza lavoro, disposto a prestare servizio pur vendendosi alla prostituzione (professionale). Che schifo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*