ROBERTO GALLO: STOP RIGASSIFICATORE, VADANO A FARLO ALTROVE SE NECESSARIO ED OBBLIGATORIO

Intervista di Gian Joseph Morici

D: Consigliere Gallo, grazie a lei, il Consiglio provinciale in una famosa seduta del mese di ottobre del 2009, fu chiamato ad esprimere un parere in merito all’opportunità di realizzare un rigassificatore a Porto Empedocle. In quella circostanza, il Consiglio, votò clamorosamente contro la realizzazione dell’impianto. Tutti sappiamo cosa è avvenuto successivamente e di come il presidente D’Orsi abbia autonomamente deciso di non far costituire la Provincia dinanzi al TAR, adducendo motivazioni incredibili che sono state sottoposte al vaglio della magistratura. Lei ritiene che abbia ancora un senso chiamare i consiglieri ad esprimersi in merito a vicende per le quali un presidente può autonomamente prendere decisioni senza tener conto del deliberato del Consiglio?

R : Quella volta ci fu un voto di coscienza “trasversale” contro la svendita del territorio alla logica degli affari, contro il degrado sociale ed il rischio ambientale , contro tutti i bugiardi politicanti che prima dicono peste e corna e poi “cambiano parere “ in modo inquietante …

D’Orsi spesso contraddittorio, anche in questo vicenda ha lasciato il segno , con una revoca dell’incarico che doveva far “costituire in Giudizio” l’ente Provincia di AG assieme agli altri enti pubblici e privati, fatta all’ultimo minuto, adducendo giustificazioni che hanno il chiaro sapore della confusione “politica” ..

D: A seguito di quanto accaduto, alcuni consiglieri – Gallo, Avarello, Guarraci, Spoto – hanno presentato delle interrogazioni affinchè il presidente spiegasse le ragioni che lo hanno indotto a revocare il mandato al legale, 48h prima dell’udienza dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale. Non le sembra pirandelliano il fatto che a presentare una delle interrogazioni, sia stato il Consigliere Guarraci che, oltre ad essere da sempre favorevole alla realizzazione dell’impianto, nella seduta dell’ottobre 2009, votò contro il suo documento, mentre viceversa tutti gli altri Consiglieri che sottoscrissero la sua mozione, oggi tacciono, facendo finta che nulla sia accaduto?

R : Anche questa situazione rientra nella stranezza della politica agrigentina , il Consigliere Provinciale Guarraci dopo aver condotto battaglie a favore del rigassificatore e contro coloro che come noi “lotteranno fino alla morte” contro questa disastrosa prospettiva giustificabile solo per affari colossali che nulla hanno a che fare con lo sviluppo , interviene in modo ammirevole mettendo in serie difficolta’ il presidente D’Orsi sulle sue responsabilita’ Infatti , D’Orsi dovra’ finalmente fare chiarezza in aula consiliare (davanti a tutti gli Agrigentini..) su tutta la vicenda , e spero comunicarci che intende rispettare il voto a maggioranza assoluta del Consiglio Provinciale , che a nome di tutti gli Agrigentini ha detto STOP RIGASSIFICATORE, VADANO A FARLO ALTROVE SE NECESSARIO ED OBBLIGATORIO

Ci sono gia’ 3 interrogazioni , abbastanza rappresentative dell’intero Consiglio Provinciale. Non credo che i Colleghi abbiano cambiato parere. Credo che per un problema di normali equilibri politici , vogliano evitare ulteriori strappi col Presidente, pur mantenendo la loro opinione coerente sul rigassificatore a Porto Empedocle.

D: Lombardo, non esitò a definire “polvere da sparo pronta ad esplodere” i rigassificatori. Tutti sappiamo com’è andata a finire… Ciò che maggiormente stupisce, è la posizione dell’Assessore al Territorio e Ambiente, Roberto Di Mauro, che da nettamente contraria alla realizzazione di questi impianti è adesso accondiscendente. Evidentemente, la “miccia della polvere da sparo” ha trovato validi pompieri… Pensa possa avvenire la stessa cosa in merito alle trivellazioni petrolifere gasifere al largo delle coste siciliane?, non mi puo’ meravigliare ..

R : Che Di Mauro e Lombardo abbiano cambiato idea sul Rigassificatore è parte integrante della loro storia politica , il ripensamento, l’opportunismo “politico” … Semmai, mi preoccupa il fatto che tutte queste contraddizioni , si trovano in mezzo ad una operazione commerciale di oltre 1000 miliardi di vecchie lire , e quindi appare lecito che l’opinione pubblica possa farsi idee sbagliate sull’operato della pubblica amministrazione . Ed è percio’ , che vedo di buon occhio , una sana indagine giudiziaria su tutto quello che è successo, per sgomberare i leciti sospetti che possono coinvolgere emotivamente l’ opinione pubblica e non solo….Sulle trivellazioni , fido nella serieta’ dell’on Di mauro !

D: Il rapporto politico Gallo-D’Orsi, in passato è stato costellato da momenti di forte critica, che in più circostanze hanno messo in crisi il presidente. Rispetto le interrogazioni del passato, quali sono stati i risultati conseguiti dalla sua attività politica?

R: Credo che una presenza forte e libera in un Consiglio Provinciale /Comunale sia utile e da stimolo all’amministrazione attiva a produrre piu’ risultati e a rispettare le regole . Peraltro le legge ci da –giustappunto- compiti d’indirizzo e soprattutto di controllo . I risultati ci sono , a cominciare dallo scioglimento di enti inutili e clientelari quali l’APEA che D’Orsi non voleva chiudere , e che poi ha chiesto al Consiglio di sciogliere. Altro risultato importante , è stata una lettera “ingiunzione” a Girgenti Acque in circa dieci punti dopo che il sottoscritto aveva chiesto di valutare lo scioglimento del contratto per inadempienza e gravi disagi agli utenti ! Ed ancora la stesura, dopo anni di inadempienza , del “Piano Territoriale Provinciale” strumento di programmazione dello sviluppo sul territorio provinciale . Ebbene dopo anni e’ stato completato ed approvato dal Consiglio lo schema di massima del PTP. Ed alcune ispezione sull’inquinamento atmosferico a Monserrato effettuate dopo le mie interrogazioni per tutelare la salute pubblica (questione ancora aperta..) E tante altre iniziative effettuate ed in itinere… In un contesto cosi’ difficile , dove mancano i soldi, dove non c’è programmazione e prevale l’improvvisazione e la superficialita’ sono soddisfatto….D: “La Destra”, che lei rappresenta in Consiglio provinciale, come si pone rispetto l’asse Alfano-Di Mauro e lo stesso presidente D’Orsi – che ancora non si è ben capito chi rappresenti e di chi sia alleato-, considerato il fatto che nonostante un’apparente maggioranza di centrodestra e autonomisti, vengono più volte fatti bersaglio di “fuoco amico”?

R: mah ! se rilevare le scelte sbagliate, le contraddizioni, i giochetti della vecchia politica vuol dire essere fuoco amico …Ebbene io essere grande fuoco amico ! 

D: La vicenda dell’ex Assessore Arnone, ha creato nell’opinione pubblica parecchi dubbi, dando adito, giustamente, a più interrogativi. L’ex Assessore, definito da D’Orsi uomo di punta della sua Giunta, non viene riconfermato nell’incarico. Nessuno fa più mistero del fatto che il veto sul suo nome, lo abbia messo l’Assessore regionale Di Mauro. Dopo un’imposizione del genere, a suo avviso, può D’Orsi continuare a sostenere di essere un uomo libero, svincolato dalle logiche spartitorie dei partiti?

R: mi spiace dirlo , in questi frangenti il presidente. D’Orsi adombra le cose positive fatte e ritorna ad essere figlio di quella vecchia cultura politica socialista da cui in tanti provengono.. Cio’ nonostante, gli do fiducia e spero che faccia prevalere le scelte coraggiose per lo sviluppo del ns territorio , contro i potentati politici .. In questo caso saro’ sempre con lui..

D: Oltre ai problemi politici di carattere provinciale e comunale, in molti temono la possibilità che si debba far ricorso anticipato alle urne, per rieleggere il Governo nazionale e quello regionale. Vista la posizione filo-leghista del Pdl, che finirebbe per affossare l’economia già martoriata del meridione, lei, come si schiererebbe?

R: La sua domanda è gia’ corredata di risposta che non condivido , secondo me una Destra forte come la nostra (parlo di Valori , non certo di potere..)potrebbe contrastare lo strapotere della Lega in favore del concetto di Nazione ed anche di Meridione.

D: E a livello regionale, finirebbe con l’appoggiare eventuali governi più meridionalisti, anche se supportati da forze del centrosinistra, o obbedirebbe a direttive nazionali, anche se in danno del Sud?

R: Noi siamo alleati col PDL ( per noi ne esiste solo uno , quello ufficiale)e quindi valuteremo insieme le scelte da fare nell’interesse degli Italiani e dei Siciliani contro i giochi della vecchia politica regionale, fatta di posti e di poltrone..

 

D: Un terzo polo. Questo è quelli che molti, insoddisfatti tanto dal centrodestra, quanto dal centrosinistra, auspicano per uscire dal pantano dell’immobilismo. È una via percorribile?

R: un tentativo maldestro per ricostituire la vecchia DC contro e ritornare al potere, al cui lavora pure il sig. Fini politicamente sulla via del tramonto

D: “Patto per il territorio”. Movimento o esperimento politico?

R: nulla di nuovo sotto il sole , altro gruppo “autonomo” per complicare la vita del presidente D’Orsi , fatto da esponenti ex UDC, PDL, e MPA … vedremo

D: Spesso accade che “La Destra” condivida opinioni espresse da partiti o soggetti politici che oggi vengono dipinti come “estrema sinistra” o “comunisti”. non le pare strano che la destra più radicale non riesca a trovare un punto d’incontro con questo apparente centrodestra e finisca invece con il trovarlo con la sinistra?

R: In tutta franchezza una parte del programma del centro destra, ed anche alcune scelte politiche nazionali in tema d’immigrazione , lotta alla mafia e scelte economiche sono condivise da “La Destra”

D: Quali i programmi politici futuri del Consigliere Gallo?

R: continuare a vigilare sulle regole e la legalita’ alla Provincia , proporre iniziative a D’Orsi nelle politiche turistiche , capire se l’aeroporto (che voglio..) si fara’ o debba rimanere libro dei sogni !?

Condividi sui social

6 Responses to ROBERTO GALLO: STOP RIGASSIFICATORE, VADANO A FARLO ALTROVE SE NECESSARIO ED OBBLIGATORIO

  1. Bravo Roberto!
    con la tua onesta intelletuale e professionale sei riuscito a coinvolgere quasi l’intero consiglio provinciale contro l’ignobile progetto del rigassificatore che serve solo gli interessi della lobby dell’energia e dei suoi fiancheggiatori politici di destra e di sinstra.
    Sono certo che questa battaglia la vinceremo anche (e soprattutto) per il tuo apporto coraggioso.

  2. peppe lo iacono

    il 31 ci saremo, spero in tanti, e spero anche con altri……ascoltatori….!!!!!!

  3. federazione PSI

    La partita contro il rigassificatore non è ancora chiusa.Anche se PD e PDL lo vogliono e pure i sindacati-Neanche accettano che il rigassificatore venga sostituito da navi gasiere già attrezzate che porterebbero il gas in terraforma con le condotte.Ci sono oltre 600 miliardi da spendere ,la maggior parte per appalti e relative regalie.Distruggere la costa e strozzare ogni forma di attività economica .Un abuso ed un mostro ambientale.Ci sarà un giudice che prenderà in mano il problema ?

  4. Correggo solo la cifra del commento del PSI:
    Si tratta di quasi 1200 miliardi di investimenti (600 milioni di euro), la maggior parte dei quali destinati a movimenti di terra: un autentico regalo alla mafia; si pensi che è prevista anche una nuova colmata sotto la casa natale di Pirandello con un milione di mc. di terra.

  5. In questo articolo la cosa più vergognevole e la posizione del consigliere Orazio Guarragi, penso che non basterebbe questo spazio di commento per descrivere questo personaggio “POLITICO”.

  6. Sull’affare del secolo si stanno sacrificando Agrigento e Porto Empedocle,vergogna !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*